Come scrivere la Tesi di Laurea: da dove iniziare?

da | 30 Mag 2023 | Come scrivere la tesi di laurea, Consigli Utili

La scrittura della tesi di laurea è un momento importante e impegnativo nella carriera di ogni studente universitario e professionista; per tale motivo, è sempre consigliabile muoversi per tempo nella ricerca del relatore disposto a seguirvi in modo tale da evitare di vedervi negare la possibilità di affrontare un argomento/materia di vostro gradimento perché il relatore segue già troppi studenti e, di conseguenza, non può accettarvi come laureandi.
Di seguito, verranno indicati gli step da seguire:

  1. La scelta del relatore. Generalmente, si inviano le mail ai relatori con i quali sono già stati sostenuti gli esami. Tale scelta può essere effettuata mediante mail diretta al relatore o scegliendolo sul sito dell’università nella ‘tendina’ che si apre. La tendina mostrerà i relatori disponibili (talvolta, un relatore non disponibile ‘oggi’ potrà esserlo tra qualche giorno… quindi attenzione a controllare sempre gli aggiornamenti della tendina).
  2. Individuazione dell’argomento. In questo caso le opzioni sono due: 1) il relatore può assegnarvi un argomento; 2) l’argomento potete sceglierlo voi: generalmente al relatore verranno presentati 2 argomenti. In quest’ultimo caso la scelta dell’argomento dovrà essere contestuale ad una approfondita ricerca bibliografica (tale ricerca, in ogni caso, sarà oggetto di integrazione in corso d’opera).
  3. Come scegliere l’argomento? Prima di indicare al relatore l’argomento scelto accertatevi sempre che lo stesso sia ricco di bibliografia. Molti studenti tendono a scegliere l’argomento senza aver prima individuato riviste, libri e quant’altro, essenziali per poter poi affrontare (ossia redigere) quanto si vuole trattare nella tesi. Capita spesso che gli studenti scelgano un argomento/titolo senza alcun fondamento per poi trovarsi completamente smarriti al momento della ricerca bibliografica.
  4. Una volta che l’argomento è stato approvato si arriva alla redazione dell’indice. Solitamente, l’indice si compone di 3 capitoli massimo 4 (il più delle volte i relatori non apprezzano indici con molti capitoli). Ogni capitolo dovrà avere dei paragrafi (minimo 3) e, eventualmente, dei sottoparagrafi. Introduzione e conclusioni sono facoltative, nel senso che alcuni relatori le richiedono altri no. Regola vuole che l’introduzione debba essere scritta a tesi ultimata, dal momento che l’introduzione funge da riassunto di quanto scritto nell’elaborato. Generalmente, l’indice è suscettibile di modifiche fino alla fine.
    Di seguito una scaletta di quanto appena detto:
    Indice
    Introduzione (non è sempre obbligatoria)
    Capitolo 1. Titolo
    1.1
    1.2
    1.3.
    Ecc…
    Capitolo 2. Titolo
    2.1
    2.2
    2.3
    Ecc…
    Capitolo 3. Titolo
    3.1
    3.2
    3.3
    Ecc…
    Conclusione (non è sempre obbligatoria)
    Bibliografia
    Sitografia (alcuni relatori vogliono che venga inserita, altri accettano che venga inserita nella bibliografia)
    Ringraziamenti (a discrezione dello studente)
  5. L’indice così formato dovrà essere inviato al relatore per la sua approvazione.
  6. Una volta approvato l’indice avrà inizio la stesura del primo capitolo. Ogni capitolo dovrà essere ricco di argomentazioni e note. A tale ultimo riguardo sono fondamentali le linee guida universitarie, le quali indicano allo studente le norme da seguire ai fini della redazione (come scrivere le note, il loro formato, i margini, la bibliografia, l’interlinea e quant’altro)
  7. Prima di iniziare il capitolo successivo occorre aver ricevuto il feedback positivo del relatore relativamente al capitolo precedente. Dopodiché si può proseguire nella stesura dei capitoli restanti fino ad arrivare alla conclusione del lavoro. Dopo aver scritto anche l’ultimo capitolo occorrerà scrivere l’introduzione e la conclusione. Nell’introduzione si dovrà descrivere cosa è stato trattato all’interno della tesi facendo un piccolo riassunto di ogni capitolo. Di seguito un esempio su come poter iniziare una introduzione:

Con la presente tesi, dal titolo …………………………………, e suddivisa in 3 capitoli, è stato esaminato……………………..
Nel primo capitolo è stato affrontato il tema del……………..
Nel secondo capitolo l’attenzione si è focalizzata sul………………..
Infine, nel terzo e ultimo capitolo dell’elaborato è stato analizzato …………………….

  1. Una volta ricevuta l’approvazione della tesi da parte del relatore, la tesi dovrà essere caricata sul portale universitario in formato PDF o PDF/A.
  2. RISULTATO RAGGIUNTO!